Indagine ambientale per elettrosmog e radiazioni.

Casa bio protetta vicenzaingreen

Indagine ambientale per elettrosmog e radiazioni.

Prodotto da: Teknoproject

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Descrizione prodotto

 

Difenderci dall’inquinamento invisibile.

Ma da cosa, o da quale condizione è prodotto l’inquinamento che non vediamo?

Richiedendo un’indagine ambientale per la propria casa ci saranno esposte, tramite l’elaborazione di dati che saranno raccolti con strumenti scientifici, eventuali situazioni di inquinamento come elettrosmog e geopatie.

Con il termine inquinamento elettromagnetico o elettrosmog si intende l’inquinamento derivante in genere da radiazioni elettromagnetiche nell’intervallo di frequenze che va da 0 Hz (campi statici) alle frequenze della radiazione visibile (laser e luce incoerente).Campi elettromagnetici_Elettrosmog_Vicenzaingreen

Per conoscere le fonti che generano elettrosmog clicca qui Elettrosmog, cause e conseguenze.

La “geopatia” (dal greco “geos” terra e “patos” soffrire), è un insieme di disturbi determinati dalle onde radianti emesse dal nostro pianeta.

Per conoscere le cause delle geopatie clicca qui Cause delle geopatie e loro interazioni

Focus sulle cause delle geopatie

VENE D’ACQUA

Fin dall’antichità l’uomo prima di costruire le proprie case e’ sempre stato attento a valutare il luogo attorno a se’ dal punto di vista magnetico (geopatico). Si ricordano i romani che facevano soggiornare le proprie greggi per un anno negli appezzamenti di terreno dove poi avrebbero costruito le proprie abitazioni. Al termine del periodo se gli organi interni degli animali non avevano sviluppato particolari malattie procedevano con la costruzione. Per valutare se un terreno sano bisogna accertarsi che non sia su una faglia, spaccatura di massa rocciosa con slittamento di due tronconi in senso verticale od orizzontale (es. la faglia di Sant’Andrea in California).

NODI HARTMANN

Vitruvio, nel “De architettura” racconta che prima di edificare una casa o una città i romani lasciavano pascolare sul terreno scelto un gregge di pecore per poi esaminarne le interiora. Oggi si sa che queste pratiche che sanno di magia hanno una base reale. La terra, già immersa in un vasto campo di radiazione naturale, indispensabile per lo svolgersi della vita, produce essa stessa delle radiazioni; se in un luogo queste sono in eccesso, ne risentirà il funzionamento del fegato, che, regolando e filtrando il sangue, è la prima barriera che il corpo oppone ai raggi tellurici. Le fasce del reticolo hanno effetti negativi, soprattutto nei punti di incrocio, detti nodi H, che sono energeticamente più attivi. Sarebbero veramente nocivi quando coincidono con altre perturbazioni dovute a fonti sia naturali sia artificiali: a rendere più attivo un nodo H è la presenza nel sottosuolo di corsi d’acqua, faglie, masse magnetiche e strutture metalliche.

NODI CURRY

Esiste un’altra rete di natura elettrica e di struttura cubica, scoperta dal Dott. Manfred Curry, che si posiziona diagonalmente rispetto a quella di Hartmann. Le fasce si propagano da nord nord-ovest a sud sud-est e da sud sud-ovest a nord nord-est, formando un angolo di circa 45° rispetto all’asse magnetico terrestre. Questa struttura varia d’intensità e frequenza in relazione al luogo, alla latitudine e longitudine, alle condizioni climatiche, alle intensità delle radiazioni cosmo-telluriche e alle interferenze tecniche dei campi elettrici. La larghezza delle fasce è di circa 50 cm. ed è soggetta a variazione nel corso del giorno e della notte. Se sostare su un nodo di Curry durante il giorno, in posizione statica e per un tempo prolungato, può generare una serie infinita di disturbi, riposare o dormire può divenire causa destabilizzante per il nostro organismo trasformando i disturbi in gravi patologie. L’ipotesi di una sovrapposizione dei nodi di Hartmann con quelli di Curry può comportare una condizione degenerativa ancora più grave.

GAS RADON

Il radon è un gas radioattivo naturale, incolore e inodore, prodotto dal decadimento radioattivo delradio, generato a sua volta dal decadimento dell’uranio, elementi che sono presenti, in quantità variabile, ovunque nella crosta terrestre. La principale fonte di immissione di radon nell’ambiente è il suolo, insieme ad alcuni materiali di costruzione – p.es. il tufo vulcanico – e, in qualche caso, all’acqua. Il radon fuoriesce dal terreno, dai materiali da costruzione e dall’acqua: se all’aperto si disperde in atmosfera, negliambienti chiusi si può accumulare, raggiungendo concentrazioni elevate. In queste situazioni, quando inalato per lungo tempo, il radon è pericoloso ed è considerato la seconda causa di tumore polmonare dopo il fumo di sigaretta (più propriamente sono i prodotti di decadimento del radon che determinano il rischio sanitario). Il rischio di contrarre il tumore aumenta in proporzione con l’esposizione al gas. È possibile proteggersi dal Radon stabilendo in che modo e in che quantità si è esposti all’inquinante.

 Io, Marin Carlo Carlo Marin Teknoproject sono un operatore di biorisonanza e sono costantemente in collaborazione con medici specialisti< mi metto a disposizione per accompagnarti e spiegarti come PROTEGGERE IN MANIERA EFFICACIE LA TUA CASA DALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO E DA RADIAZIONI

INDAGINE AMBIENTALE E STUDIO PER LA PROTEZIONE DA CAMPI ELETTROMAGNETICI E DA RADIAZIONI NATURALI

Richiedi un sopralluogo senza impegno

Lo sapevi che…

ELETTROSMOG e GEOPATIE CAUSANO:

DOLORI MUSCOLARI, DISTURBI DEL SONNO, MAL DI TESTA (emicranie e cefalee), PERDITA DI CONCENTRAZIONE, PALPITAZIONI, SENSO DI INSICUREZZA, SBALZI DI UMORE, IRRITABILITÀ, TENSIONE, SVOGLIATEZZA, DISTURBI DEL METABOLISMO, ……………..

Approfondisci! Visita il nostro sito: www.protezioneelettrosmog.it

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva